Giulio Adelfio: un giovane artista a Termini Imerese

Giulio Adelfio, classe 2000, è un giovane e talentuoso Artista di Termini Imerese,  cittadina sul Golfo di Palermo. 

Giulio, come è nata la tua passione ? 

<< La mia passione è nata insieme a me, ed è andata avanti nel tempo. Sin da quando ero piccolo, sono stato circondato dall’amore per tutto ciò che era bello: la cucina, l’arte e la cultura. Ho preso le prime matite colorate da piccolo e ricordo il mio primo lavoro, un ritratto a carboncino di mia cugina Cinzia, che mi ha sempre ispirato e incoraggiato, insieme a Norma, mia cara amica di Napoli, e i miei grandi artisti: Milo Manara, Andy Warhol, Salvador Dalì e molti altri. >>

Come artista, che percorso hai intrapreso fino ad oggi? 

<<Il prossimo anno, se Dio vuole, mi diplomo e finalmente avrò più tempo per dedicarmi alla mia passione: la pittura e la scultura . Fondamentalmente, sono un autodidatta e cerco di approfondire le tecniche artistiche attraverso dei corsi particolari. Tempo fa ho fatto un corso all’Accademia del Fumetto di Palermo, e ultimamente sono stato a Milano per un corso di una settimana all’Accademia  “Naba “, esperienza emozionante perché mi ha dato la possibilità, tra le altre cose, di accedere direttamente all’università “Nuove Tecnologie per le Arti Applicate” senza fare test di ingresso.>>

Cosa fai oggi come artista a Termini Imerese? 

<<Cerco di sfruttare le splendide occasioni che mi sono capitate. In prima linea parlo di Piero Macaluso. Si tratta del proprietario del Teatro Zeta di Termini Imerese , che  mi ha commissionato delle scenografie per i suoi splendidi spettacoli e grazie al quale ho fatto una esposizione personale di quadri a tecniche miste nella sala ” Juliano-Mer-Khamis” del teatro. Altra cosa importante la nascita del mio gruppo culturale e multiartistico “Nchio Pittio” il cui scopo è quello di avvicinare artisti diversi sotto uno stesso tetto! A Settembre 2018 , in occasione della stagione teatrale del Teatro Zeta di Termini Imerese, ci sarà un nostro evento chiamato “Il Colore dell’Arte”, una collettiva che ha come tema il teatro. 

 

Cosa vuoi fare da grande, Giulio? 

<<Non lo so ancora, lo voglio scoprire ! Perché oggi l’arte è in continua trasformazione e non so dove la mia passione porterà>>

Grazie Giulio e ricordarti che io c’ero ! 

Spread the love